•   Assistenza telefonica dalle ore 12:00 alle ore 16:00
  •   Assistenza email Lun-Ven
  •   Assistenza chat 24/H

SPEDIZIONI GRATUITE

Per ordini superiori a 79.99

Vaccino antinfluenzale 2017 : Tutto quello che devi sapere

Vaccino antinfluenzale 2017 : Tutto quello che devi sapere

VACCINO ANTINFLUENZALE 2017 : TUTTO QUELLO CHE C’è DA SAPERE

Con l’arrivo dell’inverno ecco che si ripresenta subito anche l’influenza.  La vaccinazione è il metodo più sicuro e anche quello più efficace per prevenire l’influenza e soprattutto ridurre le complicanze in soggetti più a rischio.

COS’E’ IL VACCINO ANTINFLUENZALE?

Il vaccino influenzale contiene dei ceppi inattivati di virus (che non causano la malattia), che iniettati nel nostro organismo scatenano la produzione di nuove cellule del nostro sistema immunitario. Queste cellule però saranno altamente specifiche nel combattere proprio il virus dell’influenza. Quindi se durante l‘inverno saremo “contagiati” il nostro corpo avrà molte armi efficaci in più per potersi difendere adeguatamente.

PERCHE’ E’ IMPORTANTE VACCINARSI?

L’influenza non è sempre una banale malattia di stagione come la maggior parte delle persone può pensare. Infatti in alcune categorie a rischio, l’influenza può essere addiritura fatale.

In più l’influenza per il nostro sistema sanitario nazionale (quindi anche per noi) ha costi molto elevati. Ogni hanno infatti colpisce circa il 20% della popolazione nazionale.

Più persone sono protette contro l’influenza, meno questa si diffonderà e quindi meno persone si ammaleranno e graveranno su ospedali e strutture pubbliche. La lotta contro l’influenza stagionale è un gioco di squadra.

QUALI SONO I VACCINI ANTINFLUENZALI?

Attualmente in Italia sono disponibili:

-vaccini antiinfluenzali trivalenti, che contengono 2 tipi di virus di tipo  (H1N1 e H3N2) e un virus di tipo B

-un vaccino quadrivalente che contiene 2 virus di tipo A (H1H1 e H3N2) e 2 virus di tipo B ( fonte ministero della salute)

COME VIENE SOMMINISTATO IL VACCINO ANTINFLUENZALE?

Il vaccino viene somministrato con un iniezione intramuscolo, nella parte superiore del braccio negli adulti e nel muscolo della coscia per i bambini.

QUANTO DURA LA COPERTURA VACCINALE?

La copertura vaccinale dura sei-otto mesi per poi decrescere progressivamente.

PERCHÉ BISOGNA VACCINARSI TUTTI GLI ANNI?

E’ necessario vaccinarsi all’inizio di ogni stagione influenzale sia perché il virus dell’influenza cambia ogni anno e quindi cambia anche il vaccino, sia perché la copertura dell’anno precedente decresce con il tempo.

SI DEVONO VACCINARE TUTTI?

La vaccinazione è consigliata a tutte quelle persone che desiderano evitare la malattia influenzale e che non hanno specifiche controindicazioni.

La vaccinazione è fortemente raccomandata:

·      alle persone dai 65 anni in poi

·      per i soggetti con gravi malattie di base croniche indipendentemente dall’età. Queste persone sono molto più a rischio di sviluppare gravi complicanze dopo aver contratto l’influenza. Per queste persone è raccomandata la vaccinazione anche ai familiari in stretto contatto.

·      La vaccinazione è raccomandata ai familiari dei bambini con età inferiore ai 6 mesi

·      ai familiari di persone che non possono assumere vaccini ( come gli immunodepressi)

·      La vaccinazione è fortemente consigliata alle persone che lavorano in ambienti importanti per la comunità, come gli ospedali le forze di polizia ecc..)

QUANDO VACCINARSI?

In base all’andamento delle epidemie influenzali in Italia è meglio vaccinarsi nel periodo compreso tra la metà di ottobre e fine dicembre.

Una sola dose è sufficiente per i soggetti di tutte le età, con esclusione dell’età infantile. Per i bambini al si dotto dei 9 anni e mai vaccinati in precedenza, si raccomandano 2 dosi da somministrare a distanza di almeno 4 settimane.

DOVE VACCINARSI?

Ci si può vaccinare

·      Dal proprio medico di famiglia

·      Dal pediatra in caso di bambini

·      Nelle strutte sanitarie dedicate come gli ambulatori vaccinali e di prevenzione presso la propria asl di appartenenza ( Leggi anche Centri vaccinali Napoli)

IL VACCINO ANTINFLUENZALE E’ GRATUITO?

Il vaccino è gratuito per

·       Soggetti di età pari o superiore a 65 anni

·       Bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza:

- malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio (inclusa l'asma grave, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico-ostruttiva-BPCO)

- malattie dell'apparato cardiocircolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite

- diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi con BMI >30)

                       - Insufficienza renale/surrenale cronica

- tumori

                       - malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV

                       - malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale

                       - patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici

                       - Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale

                  - Donne che all'inizio della stagione epidemica si trovano nel secondo e nel terso trimestre di gravidanza

                   - Individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti

                  - Medici e personale sanitario di assistenza

                  -Familiari e contatti di soggetti ad alto rischio

                   - Soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse    collettivo e categorie di lavoratori

                       Forze di polizia

                       Vigili del fuoco

               -    Infine, è pratica internazionalmente diffusa l’offerta attiva e gratuita della vaccinazione antinfluenzale da parte dei datori di lavoro ai lavoratori particolarmente esposti per attività svolta e al fine di contenere ricadute negative sulla produttività.

                 - Personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani:

                       allevatori

                       addetti all'attività di allevamento

                       addetti al trasporto di animali vivi

                       macellatori e vaccinatori


I VACCINI ANTINFLUENZALI SONO SICURI?

I vaccini che sono attualmente autorizzati per l’uso nell’uomo sono assolutamente sicuri perché sono sottoposti ad una serie di controlli molto accurati e cavillosi sia nella fase di produzione ma anche dopo la loro immissione in commercio.

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIù COMUNI DEI VACCINI ANTINFLUENZALI?

Alcuni effetti indesiderati, come ogni farmaco, ovviamente sono possibili e molti dipendono da come viene somministrato, dal tipo di vaccino e dall’età della persona.

I vaccini somministrati tramite un’iniezione possono causare:

·      Reazioni nel sito di somministrazione; come un leggero dolore, arrossamento e generalmente si manifestano entro i primi giorni dalla somministrazione del vaccino.

·      Più raramente possono comparire febbre, dolori muscolari o articolari, mal di testa. Generalmente questi sono sintomi molto leggeri e comunque passeggeri,si risolvono in un paio di giorni con dei leggeri trattamenti farmacologici.

·      molto raramente possono verificarsi delle reazione allergiche come orticaria, asma o una allergia generalizzata.

È molto importante segnalare al proprio farmacista o all’Asl di appartenenza qualsiasi effetto collaterale non segnalato precedentemente che possa essere associato al vaccino.

IL VACCINO ANTINFLUENZALE Può ESSERE SOMMINISTRATO CONTEMPORANEAMENTE AD ALTRI VACCINI?

Il vaccino antiinfluenzale non interferisce con l’efficacia degli altri vaccini.

CHI NON PUò VACCINARSI?

Il vaccino è controindicato nei :

·      Lattanti al di sotto dei 6 mesi in quanto mancano gli studi necessari per garantire la sicurezza in questi soggetti

·      Persone che hanno manifestato precedentemente gravi reazioni allergiche al vaccino.

FACENDO IL VACCINO Si Può CONTRARRE LO STESSO L’INFLUENZA?

No, ma si possono contrarre malattie che hanno sintomi simili all’influenza, che si manifestano con febbre e raffreddore.

CI SI Può VACCINARE IN GRAVIDANZA?

Assolutamente si , anzi la vaccinazione è raccomandata nelle donne che si trovano nel 2 e nel 3 trimestre di gravidanza.

Nel primo trimestre di gravidanza invece è necessario un attenta valutazione da parte del medico, necessaria per valutare il rapporto rischio/beneficio.


LASCIA UN COMMENTO PER AVERE MAGGIORI INFO O CHIARIMENTI SUL VACCINO ANTINFLUENZALE 2017


Leggi anche Influenza : Sintomi e rimedi

Dott.ssa Cristina Chiacchio Pubblicato da Dott.ssa Cristina Chiacchio


Farmacista, laureata presso l'Università degli studi di Napoli Federico II. 

Responsabile della gestione del sito E-commerce, del blog e dei canali social della farmacia.

Profilo Linkedin 

Articoli correlati

INFLUENZA : SINTOMI E RIMEDI
INFLUENZA STAGIONALE: SINTOMI E RIMEDI L’influenza stagionale è una malattia infettiva molto contagiosa: scopriamo quali sono i sintomi, ma soprattutto i rimedi e i farmaci da banco per prevenirla e combatterlaCOS’E’ L’INFLUENZA?L’influenza è una malattia infettiva molto contagiosa, causata da alcuni virus appartenenti alla famiglia degli Orthomyxoviridae. L’influenza rappresenta un vero e proprio problema per la Sanità pubblica a causa dell’elevata contagiosità, delle possibili complicanze e della variabilità del virus influenzale. QUALI SONO I SINTOMI DELL’INFLUENZA STAGI..

0 Commento da "Vaccino antinfluenzale 2017 : Tutto quello che devi sapere"

Scrivi un commento

Nome:
 
Commento:
Note: HTML is not translated!

Copyright © 2019 CM FARMA S.r.l. - rea NA-1001177 - Partita iva: 08994031212
sede legale piazza giovanni bovio 8 (na) 80133
sede operativa via cornelia dei gracchi 35/37/39 napoli 80126

Web Agency

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image